Sabato, 12 Giugno 2021

Agenzia di Comunicazione

agenzia di comunicazione

Tempo di lettura: 9 minuti e 45 secondi

In quest’articolo esploreremo una tematica che ci sta particolarmente a cuore: cosa è un’agenzia di comunicazione e di cosa si occupa.

Molto spesso, non addetti ai lavori, ci pongono questa domanda e altrettanto spesso, a seguito della nostra risposta, non viene colta a pieno l’importanza e la mole di lavoro che c’è dietro a tale attività.

Senza indugiare, andiamo a vedere cos’è un’agenzia di comunicazione, cosa fa, come fare ad aprirla e soprattutto come trovare clienti.

 

Cos’è un’agenzia di comunicazione

Un’agenzia di comunicazione è il valore aggiunto della tua azienda.

Infatti, aiuta qualsiasi tipo di attività a promuoversi con le migliori tecnologie della comunicazione.

Negli ultimi anni, oltre alle ben note "agenzie di comunicazione" si è cominciato a parlare anche di "web agency", le quali non sono altro che la naturale evoluzione dell'agenzia di comunicazione in direzione del digitale.

Infatti, com’è facilmente comprensibile dal nome, quest’ultime si sono sviluppate nell'era di internet ed hanno al loro interno figure professionali prettamente specializzate nel mondo dell’online come ad esempio web designer, programmatori, esperti SEO e SEM, copywriter, content editor e social media manager.

Cosa fa un’agenzia di comunicazione?

Le fasi di lavoro possono essere le più svariate, ci sono fasi di studio, di ascolto, di progettazione e di attuazione di quanto percepito ed esaminato.

L’agenzia di comunicazione, per prima cosa, analizza il mercato e i bisogni dei consumatori, individua il target di riferimento dell’azienda; elabora un messaggio pubblicitario e crea contenuti attraenti, ad hoc per quel determinato pubblico, seguendo le parole chiave più ricercate.

Il tutto viene veicolato attraverso strategie di marketing o di web e social marketing, se si tratta di web agency.

Si occupa, inoltre, della creazione e dell’implementazione dei siti web, della gestione dei social media, della creazione di applicazioni mobile e si occupa di tutto il funnel.

Il risultato di tale lavoro sarà un posizionamento studiato con campagne e attività misurabili, con obiettivi chiari e con una strategia mirata e performante che ha come missione la crescita dei propri clienti e lo scopo di generare fatturato e nuovi acquirenti.

Le fasi di lavorazione di un’agenzia di comunicazione non dovrebbero mai essere meno di 7 Per renderle più snelle e comprensibili, le abbiamo riassunte anche in questa inforgrafica.

cosa fa agenzia di comunicazione

Consulenza

Avviene già durante il primo incontro conoscitivo con il cliente ed è importantissima per ottenere gran parte delle informazioni riguardanti l’azienda come, ad esempio, i processi di produzione, la suddivisione del lavoro, i punti di forza e di debolezza.

I successivi incontri, solitamente, ruotano attorno al discorso della comunicazione e del marketing. In ultimo, ma non per importanza, è primario capire le esigenze le volontà del cliente ed il budget a disposizione.

Analisi

L'analisi è imprescindibile, senza farla non si potrebbe procedere con lo studio di una strategia di comunicazione e di conseguenza con il piano di comunicazione.

Di norma l’analisi di mercato é così suddivisa:

- Analisi demografica: consente di conoscere il numero di abitanti di una determinata area, la densità di popolazione, le professioni, le fasce di reddito, il sesso e l’età. Grazie a questo tipo di analisi, si possono delineare il target, gli obbiettivi ed il volume, ovvero il numero di potenziali clienti.

- Analisi dei competitor: permette di ottenere una veduta d’insieme delle attività che offrono servizi o prodotti similari, la loro posizione, i loro punti di forza e di debolezza e tanti altri dettagli propri di ogni determinato settore.

- Analisi dei bisogni: esamina i bisogni dei consumatori ed è l’analisi più complessa, ma decisiva per la riuscita di una valida strategia di marketing.

Strategia di comunicazione

Una volta analizzato il mittente del messaggio e delineato il destinatario del messaggio, non resta altro che elaborare e mettere in atto una strategia di comunicazione, la quale sarà poi veicolata attraverso i canali – dell’online e dell’offlin – prescelti.

Ed è in questo preciso istante che entrano in gioco tutte le figure facenti parte dell’agenzia di comunicazione, i quali, guidati dal project manager iniziano a lavorare in modo coordinato per raggiungere gli obiettivi stabiliti.

Storytelling

Un aspetto da non tralasciare è la creazione di uno storytelling grazie al quale costruire o semplicemente rafforzare l’identità di un brand.

L’agenzia di comunicazione, in questa fase ha l’arduo compito di esaminare il messaggio che l’azienda vuole trasmettere, cercando di interpretarlo nel miglior modo possibile, diramandolo tramite i canali più consoni.

Vendita

Qui arriviamo al punto cruciale per cui è stato fatto quanto fino ad ora detto.

La vendita è, infatti, la diretta conseguenza del buon fine dell’attività di marketing messa in opera dall’agenzia.

Post-Vendita

Infine, c'è la fase relativa alla gestione e alla fidelizzazione del cliente.

 Questi due aspetti stanno diventando sempre più un punto di forza del customer journey: una cosa che le aziende danno parecchio per scontato e che non tutte hanno ancora implementato.

Analisi del Feedback

Quest’ultimo passaggio è imprescindibile per monitorare l’andamento della campagna e capirne i relativi punti di forza e di debolezza.

Ed è proprio grazie all’analisi del feedback che, con il passare del tempo, diventerà sempre più facile capire quali sono i media pubblicitari che hanno migliori conversioni e quindi elaborare delle strategie sempre più mirate e performanti.

 

Come aprire un’agenzia di comunicazione?

 

Innanzitutto, prima di creare la tua agenzia di comunicazione, dovrai decidere se aprire una ditta individuale o una società e di conseguenza in quale regime fiscale inserirla.

Dopo di ciò dovrai iscrivere la tua attività presso il Registro delle Imprese tenuto presso la Camera di Commercio competente per territorio, registrare l’attività all’Agenzia delle Entrate e fare domanda per il rilascio della partita Iva.

Ultimo passaggio dell’iter burocratico sarà quello di ottenere la licenza dal Comune in cui avrà sede la tua agenzia.

Ma passiamo al tema “spese”, nota dolente di ogni attività in proprio.

Infatti, oltre alle spese di una normale partita IVA, ci sono molte spese sottovalutate che riguardano ogni agenzia di comunicazione tra cui:

  • La connessione internet che deve essere veloce e professionale
  • Computer e monitor di ultima generazione
  • Complementi d’arredo ergonomici e pensati per chi fa un lavoro molto sedentario
  • Affitto di un locale in cui lavorare, bollette della luce ecc
  • Programmi indispensabili per lavorare, come ad esempio software di pubblicazione, per la gestione dei contenuti SEO, programmi di video e grafica
  • Budget per auto sponsorizzazioni per far conoscere la tua nuova attività
  • Corsi di formazione/aggiornamento

Tieni sempre a mente una cosa: MAI SVENDERE IL PROPRIO LAVORO!

Chiaramente, i primi anni avranno un margine di guadagno limitato, ma è il normale avanzare di ogni attività.

Fatti conoscere, lavora bene così da costruirti una buona reputazione che ti consentirà di crescere con i clienti e quindi con i guadagni.

 

Quali sono le figure professionali che lavorano in una agenzia di comunicazione?

Eccole elencate.

Junior/ Senior Account

L’account è la figura che congiunge il cliente e l’agenzia, si occupa della gestione dei contatti tra di loro, cercando di venire in contro alle esigenze e le richieste del cliente con il lavoro del dell’agenzia. Ha un ruolo strategico in quanto deve esser in grado di capire ed interpretare ciò che il cliente vuole e saper rielaborare le informazioni in chiave creativa e comunicativa.

Dopo aver fatto ciò, deve stilare il piano di comunicazione.

Adv specialist

Questa figura si occupa della gestione delle campagne sulle diverse piattaforme prescelte, che siano esse nel mondo dell’offline che dell’online

Project manager

Si tratta di una figura professionale molto tecnica il cui compito è quello di gestire tutti i progetti digitali dell’agenzia.

Strategic Planner

Non è presente in tutte le agenzie di comunicazione, ma dovrebbe, in quanto è una figura fortemente strategica, prettamente incentrata sull’analisi del consumer insight con lo scopo di definire una strategia mirata. Questo ruolo è molto utilizzato per lanci di nuovi prodotti o per rilanciare prodotti di grandi firme a livello internazionale.

Creative director

Il direttore è a capo del gruppo dei creativi e delinea e definisce l'impronta creativa che l’agenzia deve avere. Ascolta, propone e indirizza le idee del suo team verso la migliore scelta possibile.

Content Manager

Si occupa della gestione e a volte anche della produzione dei contenuti. Crea il piano editoriale, delinea lo storytelling e sovraintende la produzione dei contenuti da pubblicare sulle diverse piattaforme

Copywriter

Questa figura si occupa della stesura dei contenuti che si differenziano ogni volta in base al messaggio da divulgare, al target a cui rivolgersi e al canale di comunicazione prescelto.

Art director

L’art director è colui che dirige la parte visiva e grafica di un progetto o di una campagna pubblicitaria e ha l’arduo compito di tradurre i temi espressi dal copywriter in immagini uniche nel loro genere. Proprio per questo, nella maggior parte delle agenzie, i due si trovano a collaborare a stretto contatto

Web designer

È una figura specializzata sulla creazione ed il rifacimento di siti e app e tutto ciò che concerne il front-end. Nella maggior parte dei casi si occupa di controllare la user experience su di essi.

Graphic designer

Il grafico lavora sia con il testo che con le immagini. Si occupa del layout generale e del design delle pubblicità, dei siti web e delle riviste. Si occupa, inoltre, della scelta dei font, dei colori delle dimensioni, di titoli e testi

Video Editor

Professionalità molto simile al Graphic designer, che si occupa di editing video e modellazione 3D

Social Media Manager

Questa è sicuramente la figura professionale che è stata introdotta più recentemente all’interno delle agenzie di comunicazione, si occupa della gestione dei profili social, della redazione del piano e del calendario editoriale. Se ne ha le competenze, si occuperà anche di SEO E SEM.

Ufficio stampa

Come è intuibile, si tratta di figure che mantengono le relazioni con giornalisti, influencer, redazioni e tv. Si occupano di scrivere e diramare comunicati stampa, controllandone maniacalmente l’effettiva pubblicazione.

Developer

Solitamente gli sviluppatori si dividono in web e software developer e spesso in un’agenzia le due figure si sovrappongono.

Piccolo consiglio, se sei alla ricerca di personale, ma non sai da dove partire, cerca su Linkedin la figura che ti manca, oppure pubblica un’offerta di lavoro direttamente sulla tua bacheca IN.

 

come trovare clienti agenzia di comunicazione

Come trovare clienti per la tua agenzia di comunicazione

Scopriremo l’acqua calda, ma il buon vecchio passaparola è sempre utile per farsi conoscere in lungo e largo grazie all’aiuto di amici, parenti, ex colleghi e clienti.

È sicuramente anche il mezzo più conveniente, ma è poco misurabile e soprattutto non molto veloce e mirato verso il tuo target. Infatti, uno dei principali errori che si commette è quello di non saper individuare con precisione il proprio cliente ideale.

Ok, adesso ti starai chiedendo come fare ad individuarlo: prova a disegnarlo, metti nero su bianco per chi e con chi vorresti lavorare, come pensi di poterlo raggiungere, quale potrebbe essere la sua fonte di informazione, cosa desidera, di cosa ha paura e invece di chi/ cosa si fida.

Un altro buon metodo - visto anche il lavoro che fai - è fare pubblicità, DISEGNARE UNA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE per la propria Agenzia, utilizzare il sito web e la sezione Blog, per aumentare la visibilità sui risultati di ricerca di Google ed acquisire nuovi clienti.

Fondamentale è la creazione di un sito web moderno, flessibile, ottimizzato SEO e dalle performance elevate.

Mantienilo aggiornato nel tempo con contenuti di qualità inerenti alla tua attività di agenzia di comunicazione.

Infatti, la presenza di un blog aggiornato con notizie ed informazioni in target rappresenta un punto a tuo favore per allargare la base utenti.

Una volta individuato, dovrebbe riuscirti più semplice decidere come e dove rintracciarlo: Facebook, Linkedin, posizionamento e/o adv sui motori di ricerca, pubblicità su tv/giornali locali, networking durante fiere di settore e così via.

Senza neanche parlarne troppo, crea un messaggio specifico, chiaro e mirato che dia valore e metta in risalto i successi ottenuti con il tuo lavoro.

Per concludere, verifica periodicamente a quanto ammontano le spese e quanto torna indietro da ogni singola operazione; dunque, elimina quelle con poco profitto e direziona il budget su quelle che, invece, performano meglio.

Fai il lavoro che ami e fallo meglio degli altri.

Non sentiamo di darti altri consigli o altre informazioni prima di lanciarti nel fantastico mondo della comunicazione, che sia online o offline.

Come in tutti i settori, i risultati si ottengono con il tempo, la costanza, la tenacia, la capacità e l’amore verso quello che si fa.

 

SE SEI UN'AZIENDA O UN PROFESSIONISTA

ALLA RICERCA DI UNA AGENZIA DI COMUNICAZIONE

CHIEDI LA NOSTRA CONSULENZA GRATUITA

richiedere consulenza on line